Future Film Festival, benvenuti alieni!

di Malvi Commenta

A Bologna torna il Future Film Festival che darà grande spazio agli alieni e a come si è evoluto, nel tempo, il rapporto tra cinematografia e extra terrestri...

A Bologna torna il Future Film Festival, l’appuntamento tutto dedicato alle tecnologie applicate all’animazione, al cinema, ai videogame e ai new media e che quest’anno ha come motto “Welcome Aliens!”. L’evento, giunto alla diciottesima edizione, è ormai diventato un punto di riferimento per gli amanti del genere.

Saranno proprio gli extraterrestri infatti a essere i protagonisti del Future Film Festival che darà spazio anche all’anteprima italiana di Extraordinary Tales di Raùl Garcia, una sorta di antologia animata che rilegge cinque capolavori di Edgar Allan Poe: La caduta della casa di Usher, La verità sul caso di Mr. Valdemar, Il pozzo e il pendolo, La maschera della morte rossa e Il cuore rivelatore.

ALIENI: DEI O EXTRATERRESTRI?

A caratterizzarlo un cast stellare, dalle icone dell’horror Christopher Lee e Bela Lugosi ai registi Roger Corman e Guillermo del Toro. E in che modo gli alieni interverranno in questo prestigioso evento? Saranno al centro di un focus che punta a ripercorrere come si è evoluta nel corso dei decenni la rappresentazione cinematografica del rapporto tra terrestri ed extra-terrestri.

ALIENI SU MARTE, CI SONO LE PROVE

L’appuntamento con il Future Film Festival è a Bologna dal 3 all’8 maggio 2016. Per tutti coloro che sono appassionati di extra terrestri e che vogliono sapere qualcosa di più su tutto quello che gira intorno a questo tema potranno dunque approfittare di questo evento. Attenzione speciale anche per il decennio d’oro della sci-fi, gli anni ’50, fino ad arrivare a un classico moderno come La Cosa di John Carpenter.

Foto | Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>