Poesia per rilassarsi

di Malvi Commenta

Il ritorno alla vita normale dopo le vacanze è sempre abbastanza traumatico. Ci sono subito tantissime cose da fare, impegni da portare a termine e commissioni da sbrigare, ecco perché un po’ di ansia può fare capolino. Il ricordo delle ferie si allontana sempre più e occorre focalizzarsi nuovamente sulla quotidianità che ha ritmi sempre ben scanditi. E allora come fare per trovare concentrazione e calma? Vi sveliamo una poesia utile per rilassarsi, da recitare ogni qualvolta ne sentirete il bisogno.

A volte basta poco per ricaricare le pile e partire con slancio!

Ci sono ancora loro, strani individui,
con l’anima più leggera
di una nuvola,
loro,
i poeti ingarbugliati
nelle rime di ogni giorno…
La più vera, a più ovvia forse,
donare con il cuore,
e ancora… amore.
Ci sono loro, a risvegliarti dal torpore
che t’infonde la macchina del nulla,
a dirti quanto vali se le ali
le dispieghi ancora,
ferite e sanguinanti forse,

Ci sono loro, a dirti di stranezze
disegnate dentro al vento, a dirti
quanto è vero il tuo sorriso,
se viene dopo quel dolore.
Quanto è vero questo mondo,
avvelenato da quei gas
più che mai sconosciuti ed assassini.
Quanto è vero…
Vero
come la vita che ti scuote e quella morte
che non puoi capire.

E ci sono ancora loro,
poeti…
senza più parole,
che parlano da soli,
piangono in silenzio… E nel silenzio,
accarezzano l’immenso.

Ti potrebbe interessare anche:

Preghiera per combattere l’ansia

Rimedio wicca contro l’ansia: tisana del cammino sereno

Photo | Pixabay

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>